Comments
Comments

partodasolo Awards

TOP BEACHES

1) Frenchman’s Cove, Jamaica

2) Pali Ke Kua, Hawaii

3) Horseshoe Bay, Bermuda

TOP RESTAURANTS

1) Ivan’s Bar @ Catcha Falling Star, Jamaica

2) Cheeseburger Waikiki, Hawaii

3) Ocean Echo @ The Reefs, Bermuda

TOP PEOPLES

1) King Saba / Mr. Fix-It, Jamaica

2) Eddie il Tassista, Hawaii

3) Julianna, Bermuda

Comments

My soundtrack

Quest’anno sono andato più sul “personale”, non serve aggiungere altro. #sbirobono

Buon ascolto.

01 - Erykah Badu - Love of my life RMX

02 - Freddie Gibbs - Sing for me

03 - J. Cole & Miguel - Power trip

04 - Miguel & J. Cole - All I want is you

05 - Fabolous, Diddy & Jagged Edge - Trade it all RMX

06 - Lloyd & Lil’ Wayne - Pusha

07 - Drake & The Weeknd - The ride

08 - Jessie Ware - Sweet talk

09 - Lil’ Wayne - Shot thru the heart

10 - Nas - New York state of mind

11 - ASAP Ferg - Let it go

Comments

SUBMIT: Un ricordo dalle Hawaii

Ciao Doddo! Sono Federica, ci eravamo conosciuti alle Hawaii!

Sono ricapitata sul tuo blog e mi sono letta tutto d’un fiato la descrizione del tuo viaggio alle Bermuda!! Complimenti per l’avventura e per i tuoi post (da blogger a blogger), è sempre un piacere seguirti :)

Ti saluto (anche da parte di Simo) e chissà, magari ricapiterà di vederci in giro per il mondo???

Ciao!

Fede

Ma che sorpresa ragazzi! Fà sempre piacere sapere di essere seguiti, da voi poi in particolar modo. L’anno scorso mi sono sentito un paio di volte con Simo ma non siamo mai riusciti a incontrarci a Roma, più per colpa mia. Se passate da queste parti fatevi sentire, sarebbe carino rivedersi!

Comments

Considerazioni finali: Bermuda

Roma, 29/08/2013 - ore 05:35

Dovrei stare a dormire visto che tra poche dovrei andare a lavorare, ma questi giorni successivi al ritorno sono stati predominati dal jet lag, dalle canne e da orari sballatissimi. Quindi, o lo faccio adesso o mai più.

Cosa posso di dire che non sia già stato detto? Bermuda è un posto da sogno: le spiagge parlano da sole, la gente è cordiale e girare l’isola in lungo e in largo su uno scooter ha il suo fascino. La vicinanza con New York e il clima perfetto d’estate sono sicuramente i punti di forza maggiore che la rendono una meta decisamente sottovalutata.

Inconsapevolmente ho avuto la fortuna di essere situato strategicamente a Southampton, zona delle spiagge lontano dalla città di Hamilton, seppure gli spostamenti sono tutto sommato abbastanza brevi (l’isola si gira tutta in un’ora). Certo è che le spiagge sono tutte molto simili tra loro e l’esplorazione è comunque limitata, per questo le Hawaii rimangono ancora un gradino sopra, complessivamente.

Insomma, sò quasi le sei di mattina e blatero. Sapete che c’è? Alla fine è tutta una questione d’approccio, il posto poi è relativo. Ognuno dei miei tre viaggi da solo ha una storia diversa, proprio perchè vissuti in “fasi” e circostanze differenti… ma ora posso dire tutte legate da un’unico filo conduttore. Quale? Questo lo lascio scoprire a chi mi ha seguito, e se non ci riuscite… provate a immaginarlo.

Epilogo coming soon

Basta canne

Comments

Boarding to FCO

Dopo aver preso un tassinaro cinese che non sapeva guidà, aver sbagliato terminal, non essere riuscito a farmi leggere il passaporto al check-in automatico e aver realizzato che mi hanno bloccato la carta di credito… Tra pochi minuti salgo sull’aereo. Sonno poco. Spero de dormì tanto.

Comments

Day #15: Torno!

Giornata piovosa oggi a New York, in perfetta sintonia con la classica malinconia di fine vacanza. Faccio il checkout entro le 12:00 come previsto e lascio i bagagli nella storage room del Mondrian per un ultimo giro pre partenza.

Solito espresso da Starbuck’s per poi fare una puntatina su La Fayette, curioso di vedere la situazione da Supreme, che riapriva oggi con la nuova collezione invernale 2013. Come previsto, c’è una fila imbarazzante che arriva fino all’angolo della strada. Tradotto: tutto sold out già da oggi. Sticazzi. Mi faccio un giro totalmente random entrando in ogni tipo di negozio, più che altro per ripararmi dalla pioggia, per poi fermarmi a pranzo al Lure, un posto sotteraneo moooolto fico, dove traccheggio il più possibile. Alla fine non so più dove sbattere la testa e torno in hotel in anticipo, dove sono ora mentre scrivo. Tra un’ora parto verso JFK dove alle 20.00 ora locale tornerò a casetta. Ovuletto arrivo!!

C’è poco altro da aggiungere.

It’s over.

Comments

In questi giorni a New York c’è solo un disco che domina le strade: nei parchi, nelle cuffie dei pischelli, nei negozi… Qui il nuovo credo è Fergie.

Comments
Amicici @ Times Square

Amicici @ Times Square

Comments

Day #14: Amichetti a New York

Siamo agli sgoccioli…

Sveglia alle 9:00, ma visto che a quest’ora è ancora tutto chiuso la ripresa è molto lenta. Mi preparo con calma ed esco per le 11:00, prima tappa Starbuck’s per un caffè e per rubare la wifi. Ricevo un messaggio dal mio amico Balu, anche lui in vacanza a NY con la ragazza, che mi dice di raggiungerlo dalle parti di Union Square. Mi scrive anche Sara, un’altra mia amica che vive qui con la quale avevamo programmato di pranzare insieme, che mi dà appuntamento per ora di pranzo dalle mie parti a Soho. Mi incammino verso Union e in un quarto d’ora sono da Jack. E’ bello vedere visi amici. Passeggiamo per Broadway e gli farò fare un bel giro per le vie di Soho che ormai conosco a memoria.

Un salto da Nike, da Bape (maglia in collabo con ASAP Ferg soldout il primo giorno, come previsto) e dagli amici di 3x1, per un saluto in particolare a Josephina, la mia denim specialist di fiducia che mi incoraggia per la mia nuova avventura Officina Indaco. Forse domani ripasso con calma. Si sono fatte le 13:00, quindi lascio Balu&Sara per raggiungere l’altra Sara e mi fermo in nel primo Starbuck’s per rubare di nuovo la connessione e farle sapere la mia posizione precisa.

Incredibilmente Sara è puntuale e mi porta a pranzo da Bread, un posto su Spring molto carino che lei frequenta ogni tanto. Ci facciamo un update generale sulle ultime novità, tra un prosecco e l’altro e un pranzetto leggero niente male. Lei sta mbriaca totale, io na mezza cosa. Lei domani parte per Panama dove raggiungerà la Svevona nazionale, quindi deve andare a preparare le sue cose e rimaniamo che la serata la passeremo insieme ad ubriacarci.

Io invece voglio approfittare del pomeriggio per andare a comprare qualche regalo per la family, quindi passo prima da Stussy che mi sta a pochi passi e dopodichè prendo un taxi per tornare dalle parti di Madison, dove farò razzia da Ralph Lauren Kids per i due nanetti del mio cuore e un ritorno fuggente da Barneys. Si sono fatte le 18:30 e torno in camera per riprendermi un’attimo.

In hotel ricevo subito il messaggio di Balu che mi avverte che anche David Fragolo&Alessia sono arrivati a New York e che andranno a cena tutti insieme da Mr. Broadway alle 20:30. Vado pure io, ma ho la malaugurata idea di farmi dall’albergo fino al ristorante a piedi, calcolando male le distanze. Cammino per un’ora consecutiva presentandomi con mezz’ora di ritardo e arrivo a pezzi! Il ristorante serve cibo Kosher di alto livello ma è la compagnia il vero valore aggiunto: dopo due settimane di isolamento forzato è bello passare una serata tra amici, finalmente. Si affrontano anche discorsi di un certo livello, roba anche profonda, oserei, e in tutto ciò stiamo ciucciando la wifi all’adiacente Starbuck’s. Solo gioie. Và a finire che in pratica mi offrono pure la cena, essendo l’unico single, ma la promessa è che l’anno prossimo contraccambierò con la mia ipotetica utopica compagna. Speramo oh!

Rimaniamo insieme anche dopo cena, tra una cazzata e l’altra, mentre Saretta mi scrive di raggiungerla a Williamsburg, ma sono un pò scoraggiato dalla distanza notevole, quindi và a finire che il tempo passa in fretta e resto con loro passeggiando fino a Times Square, dove quest’anno non ero ancora passato e dove ci scatteremo foto che definirei “da repertorio”. Si fà l’una di notte e ci salutiamo, loro sono a pochi passi dall’hotel e io invece monto su un taxi per tornare a casa. Belle storie.

Domani ultimo giorno, ma nemmeno… Ho il volo che mi riporterà a Roma alle 20.05, quindi dovrò partire dall’hotel per le 16:30. Resterò nei paraggi di Soho e magari ci scappa pure un’ultima capatina da Flight Club…

Comments
Grattacieli @ Madison

Grattacieli @ Madison

Comments